Il referente parrocchiale di Sovvenire è nominato dal Parroco ed è uno dei membri del consiglio parrocchiale per gli affari economici

Aggiornamento rete territoriale Sovvenire, nomina referenti parrocchiali

Il CPAE è un organo di consultazione della Comunità Parrocchiale previsto obbligatoriamente dal Codice di Diritto Canonico

Le determinazioni dei Vescovi della XVL Assemblea Generale della CEI tenutasi a Collevalenza nel 1998 indicano che in ogni Parrocchia italiana ci sia un Referente del Sovvenire in seno al CPAE (Consiglio Parrocchiale per gli affari economici).

Per agevolare e semplificare le nomine dei Referenti Parrocchiali i Parroci possono utilizzare questo modello di nomina ed inviarlo a sovvenire@diocesimessina.it mentre i referenti parrocchiali sono invitati a compilare il modulo nella pagina dedicata.

Il referente parrocchiale di Sovvenire è nominato dal Parroco ed è uno dei membri del Consiglio parrocchiale per gli affari economici. Ha il compito di animare la Comunità nella promozione dei valori della solidarietà, della trasparenza, della comunione e della partecipazione dei fedeli alle necessità della Chiesa. Opera in comunione con il Parroco ed in stretto raccordo con la Caritas Parrocchiale, i Catechisti, i Movimenti e le Associazioni presenti in Parrocchia e cura i rapporti con CAF e Patronati presenti sul territorio parrocchiale. Il Referente parrocchiale Sovvenire, inoltre, mantiene i rapporti con l’Incaricato Diocesano e partecipa ai momenti di formazione previsti in ambito Vicariale o Diocesano. 

Riportiamo il testo della lettera inviata ai Parroci dal nostro Arcivescovo S. E. mons. Giovanni Accolla nella quale sollecita che in tutte le Parrocchie sia presente un Referente del Sovvenire e sia svolta questa preziosa attività di promozione e sensibilizzazione. Per comprendere meglio il ruolo del Sovvenire nella vita parrocchiale si rimanda alla pubblicazione allegata “Parrocchia e Sovvenire” di Luigi Mistò.